Cose Principali da Vedere a Roma i 10 Luoghi Imperdibili

A Roma le cose da vedere sono veramente tante. Musei, siti archeologici, piazze, monumenti, c’è tanto. Se però volete individuare le cose principali da vedere, quelle che non dovete perdervi se siete giunti per la prima volta nella capitale, abbiamo realizzato una mappa dei posti migliori da visitare. Partiamo subito.

Colosseo e Fori Imperiali

il monumento piú visitato d’Italia, il simbolo di Roma nel mondo, quali altre definizioni per l’Anfiteatro Flavio, ovvero per il Colosseo. Costruito in circa 8 anni a partire dal 72 dopo Cristo è li’ in piedi da quasi 2000 anni. Il nome deriva dalla statua del “colosso di Nerone“, alta 35 metri che raffigurava uno dei piú famosi imperatori. La statua ora non c’è piú.

POTREBBE INTERESSARTI : Scarica la Mappa Roma Centro con la lista di tutti i musei da portarti dietro.

Il Colosseo è assolutamente da visitare, nell’ antica Roma poteva ospitare da 50 a 75 mila spettatori che assistevano a giochi con gladiatori e fiere. Con lo stesso biglietto di ingresso entrate anche negli immensi “FORI IMPERIALI“, il centro dell’ antica Roma, dove ci sono resti e vestigia ancora ben conservate dell’ epoca imperiale e repubblicana. Lunghe file potrebbero aspettarvi per accedere all’ Anfiteatro, sono permesse infatti non piú di 3000 presenze contemporanee.

COORDINATE PER RAGGIUNGERLO

colosseo

Il Vittoriano

i romani la chiamano amichevolmente la “torta nuziale”, “la macchina da scrivere”, per qualcuno è l’ “Altare della Patria“. Il Vittoriano una splendida opera monumentale realizzata in marmo realizzato alla fine dell’ 800 ed inaugurato nel 1911. Si trova a piazza Venezia e celebra la patria, l’Unità d’Italia, è il centro delle celebrazioni per la festa della Repubblica. Gli ascensori interni vi portano alla sommità, sulle terrazze, da qui si gode dall’ alto una delle piú belle viste della città. All’interno un museo ospita varie mostre ed eventi.

COORDINATE PER RAGGIUNGERLO

vittoriano

Vittoriano

Il Campidoglio

uno dei setti colli di Roma è oggi sede del Sindaco e della sua giunta. Una splendida scalinata vi porta alla sommità dove a darvi il benvenuto prima di entrare nella Piazza disegnata da Michelangelo ci sono due statue romane ben conservate, si tratta dei Dioscuri, i gemelli Castore e Polluce.
Nella piazza troviamo al centro la famosa Statua di Marco Aurelio a cavallo (si tratta di una copia, l’originale è all’interno dei prospicenti Musei Capitolini), il Palazzo Senatorio, il Palazzo dei Conservatori ed il Palazzo Nuovo.

Dalle due stradine laterali della piazza si accede a delle balconate con veduta sui Fori Imperiali, molto suggestiva la vista, specie di notte.

COORDINATE PER RAGGIUNGERLO

CAMPIDOGLIO

CAMPIDOGLIO

La bocca della Verità

la leggenda dice che se avete mentito ed infilate la mano all’ interno della bocca della verità, qualcuno, dietro la maschera, ve la taglierà. Questo mascherone in pietra è diventato famosissimo anche grazie al vecchio film “Vacanze Romane” in cui una giovane Audrey Hepburn scherzava qui davanti con Gregory Peck. Era uno tombino posto in una strada romana, la bocca faceva defluire l’acqua piovana. Oggi si trova all’ interno del cortile della chiesa di Santa Maria in Cosmedin, di fronte il Foro Boario dove ci sono un sacco di cose interessanti da vedere. Potete mettervi in fila, se avete molta pazienza per l’attesa, per una foto ricordo .

COORDINATE PER RAGGIUNGERLA.

bocca-verita

Ostia Antica

a circa 20 Km dal centro di Roma, facilmente raggiungibile con la metro che porta al mare c’è Ostia Antica, la vecchia città romana di Ostium alla foce del Tevere, fondata da Anco Marzio nel 620 aC.

Un’intera città romana ben conservata assolutamente da visitare per capire come si viveva a quell’ epoca. L’anfiteatro, le terme, le case dei ricchi e dei poveri, le pitture sui muri, i negozi dei pescinvendoli, i bar. Tutte queste cose fanno parte della città e sono ancora incredibilmente li’, da ammirare. Tutta l’area è circondata da pini marittimi piantati a fine 800 quando iniziarono gli scavi dell’ area. Si passeggia tra millenni di storia godendosi la pace e la tranquillità di una zona per niente affollata. Ostium il latino significa “foce” da qui passavano le navi e le merci che attraverso il mare e poi navigando il Tevere arrivavano in centro città.

Ostia antica è vicino al mare leggi anche l’articolo sulle migliori spiagge di Roma per passare una giornata al mare.

ostia-antica

ostia-antica

COORDINATE PER RAGGIUNGERLA

Fontana di Trevi

Altro simbolo di Roma, famoso in tutto il mondo. Senza ombra di dubbio la fontana piú ammirata e fotografata del pianeta. Qui si viene per lanciare la famosa monetina, buon auspicio per un ritorno nella città eterna. Il nome Trevi deriva dal latino “trivium“, la piazza dove è posta la fontana si trova all’ incrocio di tre strade.

Interamente realizzata in marmo bianco e travertino è stata progettata da Nicola Salvi. I lavori per la realizzazione iniziarono nel 1732 e finirono diversi anni dopo. Il tema della fontana è “il Mare”. La statua centrale raffigura il dio Oceano, mentre le due laterali all’ interno delle nicchie sono le statue dell’ Abbondanza e della Salubrità. La fontana è ancora alimentata dall’ acquedotto dell’Acqua Vergine di epoca romana risalente ai tempi dell’ Imperatore Augusto.

COORDINATE PER RAGGIUNGERLA

fontana-trevi

Piazza di Spagna

la scalinata di Piazza di Spagna fu costruita nel 1723 su progetto dell’architetto Francesco de Sanctis per collegare la chiesa di Trinità dei Monti che si trova in cima.  Prende il nome dall’ambasciata spagnola presso la Santa Sede che si trova nell’area. Nel XVII era addirittura considerata territorio spagnolo.

Il design e l’eleganza unica l’hanno resa un luogo popolare per artisti, pittori e poeti che da sempre affollano la zona. E’ uno dei principali luoghi d’incontro della città. 

Nella parte inferiore della scalinata si trova una fontana del primo barocco, 1629, chiamata Fontana della Barcaccia. Fu progettata da Pietro e Gianlorenzo Bernini. La fontana ha la forma di una nave che affonda e si dice che sia basata su una leggenda popolare. La leggenda narra che un peschereccio fu trasportato fin qui durante una massiccio alluvione che fece esondare il Tevere nel 16 ° secolo. Il design con la barca che affonda sotto il livello stradale ha aiutato Bernini a superare un problema tecnico, causato della bassa pressione dell’acquedotto Vergine.

COORDINATE PER RAGGIUNGERLA

piazza-di-spagna

Pantheon

in molti restano senza fiato quando all’ improvviso, sbucati da una delle tante stradine vicine, se lo trovano di fronte. E’ grande ed incredibilmente ben conservato dall’ epoca romana. Non è conosciuto come il Colosseo, ma è altrettanto imponente e, in una piazza relativamente piccola, fa la sua figura.

Ricostruito dall’ imperatore Adriano intorno al 125 dopo Cristo questo splendido edificio è visitabile in modo gratuito. All’ interno ospita le spoglie dei vari Re d’Italia. La cupola interna è la piú grande del Mondo mai realizzata, supera di pochissimo quella di San Pietro, ha un diametro di 43,44 metri.

COORDINATE PER RAGGIUNGERLO

pantheon

Piazza Navona

a detta di molti una delle piú belle piazze del mondo è stata ricostruita in epoca barocca sulle fondamenta dello stadio di Domiziano che poteva ospitare 30.000 spettatori ai tempi della Roma antica.  La sua forma ellettica lo ricorda perfettamente. Sotto alcuni negozi della zona sono ancora visibili i gradoni in marmo dove sedevano gli spettatori. I sotterranei si trovano 4.5 metri sotto il livello stradale e possono essere visitati.

Al centro della piazza c’è la Fontana dei Quattro Fiumi che rappresenta il Danubio, il Gange, il Nilo ed il Rio della Plata, i quattro angoli della Terra opera di Gianlorenzo Bernini. La chiesa di Sant’Agnese in Agone che si trova di fronte è invece opera del Borromini. Alle estermità della piazza ci sono due fontane piú piccole, la Fontana del Moro di Giacomo della Porta e ritoccata dal Bernini (lato sud) e la Fontana del Nettuno (lato nord) di Gregorio Zappalà e Antonio Della Bitta. La piazza da’ ospitalità a molti pittori, ritrattisti e caricaturisti.

COORDINATE PER RAGGIUNGERLA

piazza-navona

San Pietro

altro simbolo della capitale italiana celebrato in tutto il mondo è la Basilica di San Pietro. Si trova all’ interno del piccolo Stato del Vaticano. L’accesso alla Basilica è gratuito e solo questo vale la visita.

La costruzione dell’ immensa opera iniziò nel 1506 con papa Giulio II e terminò nel 1626. Per la verità si trattò di una ricostruzione della vecchia chiesa fatta ergere da Costantino nel IV secolo dC. La progettazione della basilica è opera di diversi geni del rinascimento italiano tra cui Bramante, Giuliano da Sangallo. Michelangelo e Bernini. E’ proprio di Bernini la realizzazione del colonnato della piazza nel periodo 1657-1667.

All’interno della basilica c’è da ammirare la statua della Pietà di Michelangelo e la stupenda cupola alta 133 metri e di diametro di poco inferiore a quella del Pantheon. Da visitare, a pagamento, i Musei Vaticani con la famosa Cappella Sistina dipinta da Michelangelo.

COORDINATE PER RAGGIUNGERLA

Se ti è piaciuto Condividi...Share on Facebook
Facebook
Share on Google+
Google+
Email this to someone
email
Share on LinkedIn
Linkedin
Tweet about this on Twitter
Twitter



Leave a Reply

+ 84 = 92