Migliori Discoteche di Roma dove Divertirsi di Piu’

A Roma i locali per divertirsi non mancano di certo. L’offerta è ampia: ci sono bar, pub, ristoranti, live club, locali per aperitivi e ovviamente anche le discoteche. Se vi piace ballare la città eterna offre tanto con musica di tutti i generi: salsa, anni 70 e 80, revival, elettronica, rock, dance, latino americana.

Insomma ognuno sceglie la sua, in base non solo ai gusti musicali, ma anche all’ età delle persone che la frequentano. I 40 enni vorrebbero stare con i 40enni, i 20 enni con i loro coetanei e quelli di 50 e 60 dove li mettiamo? Insomma la scelta delle discoteche a Roma dove passare una serata deve essere legata anche all’ età di chi le frequenta.

Insomma abbiamo preparato una guida alle migliori discoteche di Roma aggiornata al 2019 anche se non è facile realizzare un articolo del genere. Il motivo è chiaro. Una discoteca oggi c’è e domani sparisce, potrebbe chiudere oppure non andare piú di moda.

Chi ha qualche anno in piú ricorderà sicuramente i locali che andavano di moda negli anni 80 e 90, le discoteche famose Roma: il Veleno, dove alla console c’era un giovanissimo Lorenzo Cherubini, in arte Jovanotti, oppure l’Alien, il Bulli e Pupe, senza contare le discoteche di Fregene e Ostia che d’estate ospitavano in spiaggia le stesse discoteche che si trasferivano li’ per la bella stagione.

Partiremmo quindi con definire le zone di Roma dove c’è la piú alta concentrazione di locali danzanti e poi vi lasceremo qualche nome da segnare, che oggi, al momento in cui stiamo scrivendo l’articolo sono esistenti, domani non si sa. Se avete anche voi qualche discoteca da segnalare non mancate e fatecelo sapere nei commenti.

Testaccio

la zona a ridosso del Monte dei Cocci è quella che brulica piú di tutti di locali dove si può ballare. Qui c’era il Radio Londra, Contestaccio, Akab Club, SUGAR C e Alibi, quest’ultimo definito e dichiarato locale gay. La sona ospita d’estate un evento in cui sicuramente si può ballare, ovvero il GAY VILLAGE, molto amato dai romani e da chi ama la vita notturna. Insomma una capatina a Testaccio è d’obbligo, parcheggiare non è facilissimo ma nemmeno impossibile, specie se siete disposti a camminare. In zona ci sono inoltre un sacco di pub e ristoranti di tendenza. Insomma ce n’è per tutti i gusti e per tutte le età, di sabato è parecchio affollato.

Pigneto

considerata la zona piú “artistica” ed “alternativa” della capitale il quartiere ospita tantissimi localini e ristorantini. Non mancano quelli che propongono musica dal vivo dove ballare in compagnia. Di discoteche classiche non ce ne sono, ma il quartiere è in continuo cambiamento, per cui potrebbero essere sorti nuovi locali proprio mentre scriviamo.

EUR

la zona si è sviluppata negli ultimi anni dal punto di vista dei locali notturni. Una volta c’era fermento in qualche bel localino a ridosso del laghetto, oggi i nomi che tutti conoscono nella zona sud di roma sono il ROOM 26 e l’ EXE, probabilmente due delle migliori discoteche roma. La prima è molto piú grande della seconda, il venerdì e sabato sono serate dedicate ai giovanissimi, ma non mancano eventi per gli over 40 e overo 50.

Insomma controllate la serata prima di arrivare. Si tratta di locali al chiuso, anche se il Room 26 ha una parte all’ aperto. Molto bello anche lo SPAZIO NOVECENTO, vicinissimo, sempre nel cuore dell’ Eur che ospita anche eventi e serate mondane. In estate la movida si trasferisce alle TERRAZZE, al palazzo dei Congressi. La vista della città e splendide e le serate molto famose nella capitale. Andando verso Ostia a Casalpalocco c’è il Quincy adatto per chi deve organizzare feste di 18 anni a Roma.

terrazze-disco-roma

Ostiense

siamo a ridosso di Testaccio, però spostandosi verso sud, vicino la facoltà di Economia dell’ Università di ROMA TRE c’è una via molto conosciuta dal popolo della notte, ovvero via Libetta. Qui c’è il VINILE, locale dove si balla sulle note dello swing, ma anche di successi degli anni 80 e recentissimi, in quest’ultimo caso dopo le 24. Le serate top sono il martedi’ ed il giovedì, ma ci si diverte, ovviamente, anche al sabato e al venerdì. La domenica l’aperitivo è particolarmente apprezzato anche nel pomeriggio.

Sempre a via Libetta, sulle ceneri del “Classico“, locale storico, c’è ora il Circolo degli Illuminati. Tre sale che offrono musica in diversi stili: dance, elettronica, hip hop. A seguire il Cluster Club in via Libetta 13.

San Lorenzo

altra zona piena di locali, forse quella che presenta la piú alta concentrazione per via della vicinanza con la piú grande Università d’Europa, ovvero La Sapienza. Sono iscritti ben 300.000 alunni ogni anno e molte facoltà si trovano all’ interno della città Universitaria che si trova nella zona compresa tra Termini e San Lorenzo. Qui i locali dove mangiare, bere e ballare non mancano, tanti posticini dove assistere a spettacoli live di musica.

Non molto distante, quartiere Portonaccio, c’è il Qube dove si organizza la serata piú trasgressiva, quella di “Muccassassina” inventata nel passato da Vladimir Luxuria. Il venerdì file chilometriche alla porta per entrare.

discoteche-roma

Centro

come non parlare del PIPER il locale di via Tagliamento dove esordì Patty Pravo e Renato Zero. Non si trova proprio al centro, ma è comunque raggiungibile facilmente. Locale molto spazioso vede oggi esibirsi volti noti ed emergenti della musica. Non mancano le classiche serate per ballare. Il Jackie O’ in via Boncompagni, dietro via Veneto è sulla cresta dell’ onda da 40 anni, ancora si balla, dedicato agli over 40.

in Periferia

In via Tuscolana 1261, qui non siamo in centro ma non sapevamo dove classificarla c’è il BELEN che negli ultimi tempi sta andando forte ed in cima alle preferenze di chi ha compiuto 40 anni. Serate con musica dal vivo e revival.

I sabati dello Studio 7 sono famosi tra coloro che amano la “classica” discoteca. Qui si balla dall’ inizio della serata, alle ore 23 fino a notte inoltrata. L’età media è intorno ai 30-40 e anche piú. Per qualcuno è il paradiso delle MILF, via di Grottarossa 175.

Discoteche per la salsa

chi ama i balli latino americani, in modo particolare la salsa o la bachata, si muove anche per parecchi chilometri per raggiungere il locale preferito. In Via Bernardino Alimena c’è il Barrio Latino, in zona Tor Vergata vicino la seconda Università di Roma. Locale bello, spazioso, con molte serate a tema. Un po’ piú centrale è il Dancing Zanussi in Piazza Tarquinia, 5, zona Re di Roma, uno dei locali storici della capitale per i balli sudamericani.

 

 

Se ti è piaciuto Condividi...Share on Facebook
Facebook
Share on Google+
Google+
Email this to someone
email
Share on LinkedIn
Linkedin
Tweet about this on Twitter
Twitter



Leave a Reply

80 − 72 =